Un fantasy, tanti personaggi, due mondi: questo è Eratos. Siamo felici di averlo letto in anteprima dalla sua uscita, ne abbiamo apprezzato molto la chiarezza esplicativa e la trama che non tradisce la classicità del suo genere.

La trama:

“Il racconto è diviso in brevi capitoli che raccontano storie temporalmente distanti milioni di anni, intrecciate da un filo che solo con lo svolgersi degli eventi diventa pian piano visibile. Eurydice, principessa del Regno della Luce, dei popoli ancestrali, figlia di Re Luxir ed erede al trono, stravolge tutto ciò che doveva essere con la sua fuga. A subirne le conseguenze, oltre ai popoli ancestrali, brutalmente decimati dalla forza oscura più potente di tutti i tempi, maldestramente creata e alimentata dal popolo della Luce, sono dei ragazzi dei giorni nostri, ignari di tutto ciò che li aspetta. Amelie si troverà legata a doppio filo con la principessa dell’Argi, Eurydice, scoprendo che nella sua vita niente era come avrebbe dovuto essere e che negli angoli bui si celava un male che faticava a restare nell’ombra.”

L’amore crea confini, allo stesso tempo può essere la leva per superarli. I ragazzi del mondo moderno si trovano a fare i conti con un passato che non conoscevano, a gestire poteri che possono cambiare le sorti del mondo. L’amicizia fa superare insieme ansie e paure, fa trovare coraggio ad affrontare questa nuova sfida.

Già dall’inizio del libro sarai catapultato in un mondo lontano dal nostro, che però come scoprirai continuando la lettura, è più vicino di quanto possiamo pensare. Le decisioni del passato, giuste o sbagliate che siano, hanno sconvolto il futuro. Un amore alla Romeo e Giulietta farà scoppiare la guerra tra razze, decimando intere popolazioni. Puro atto di egoismo da parte dei due amanti? Tu cosa avresti fatto?

Le ragazze, amiche unite da un destino comune, riescono a parlare con il pensiero e scopriranno altri immensi poteri che possono dare definitivamente termine ad anni di lotte. Nella parte centrale del libro è bello scoprire quali allenamenti,  paure, tentennamenti e prove saranno superate grazie all’aiuto dei maestri.

La scrittrice, Caterina Perilli, con ritmo sempre incalzante non annoia mai il lettore. La narrazione si svolge lineare con nessun buco di trama, soddisfacendo la curiosità del lettore che, capitolo per capitolo, entra dentro non in una ma ben in due storie. Passato e presente si intrecciano dando vita ad un finale inaspettato.

Ti facciamo anche un regalo! Ecco un estratto:

«Chi sei?» chiese lei.
Le sue labbra riflesse nello specchio non si mossero.
Il riflesso si trasformò: ora assomigliava molto di più a quella che era qualche mese prima. Le imperfezioni sul suo viso erano tornate, i capelli non erano più setosi e lucenti come si era abituata a vederli.
«Divertente. Lo so che sto meglio ora, non serve che me lo ricordi»
Il riflesso ancora una volta non parlò e per la terza volta cambiò forma.
Ora era Melì, ma non la bambina che aveva conosciuto… no… lei non era la sua Melì, quella con cui si era allenata, quella che col tempo era diventata una delle sue migliori amiche. No. Lei era Eurydice. La principessa che, secoli prima, aveva condotto il suo popolo alla rovina e che non aveva più nulla a che fare con Melì.
Era quella di cui aveva paura di emulare gli sbagli.
Piccolo Estratto da Eratos ツ

 

Annunci