Ho pensato e ripensato mille volte cosa dire di “Harry Potter e la maledizione dell’erede”. Uno dei libri più attesi e più screditati dell’anno.

Devo ammettere che ero scettica, molto. Così tanto che non pensavo che meritava di essere comprato, nonostante sia ancora di questa convinzione il testo MI è PIACIUTO!

Si, avete letto bene. A me questo continuo piace ma…

Prendiamo la giratempo e torniamo ad un mese fa quando prima di immergermi nella lettura tra una partita di Risiko e l’altra mi sono spoilerata tutto il libro leggendo le critiche feroci dei fan che hanno trovato tantissime incongruenze e hanno ragione. Però dimenticano che non è scritto dalla Rowling ma soprattutto che si tratta della sceneggiatura di un testo teatrale che deve andare incontro a certe esigenze. E poi cosa c’è di male a “copiare” i sogni dei fan? Li stanno rendendo reali! Con tanto di effetti speciali da teatro. Quante volte un libro per ragazzi si è trasformato in tutto questo? Poche, pochissime e non si sono scomodate le grandi figure del teatro. Che sia una questione di business o meno penso che i criticoni davanti alle tende rosse del palcoscenico si scioglierebbero in certe scene.

harry-potter-maledizione-dellerede-nuovo-libro-copertina

Harry Potter e la maledizione dell’erede: la trama in breve

Ritroviamo il nostro trio? Insomma, Harry me lo aspettavo Auron invece no, ha tre figli ma con Albus Silente, il secondo in discendenza non ha un ottimo rapporto. Finito in Serpeverde il nome dei Potter è pesante da sopportare. Ma allora perché tutto questo non è successo al primo genito? Dovrebbe essere quello più colpito e invece poco si sa ma è fantastico in tutto ciò che fa. Hermione è ministro della magia come è giusto che sia ma il personaggio che ha subito più stravolgimenti negativi è Ron che appare un bimbo mai cresciuto, anzi ha avuto una maturazione in negativo. La sua presenza è quasi inutile e inesistente.
Bella l’amicizia tra Scorpius Malfoy e Albus Silente, tanto sincera quanto melodrammatica. Il trio dovrebbe conoscere bene come alludere e scappare da Hogwarts ma forse si sentono troppo superiori per credere che i loro figli potrebbero farlo. Così ingenuamente lasciano una pericolosa giratempo in giro e i due decidono di fare una “ragazzata”, perché le giustificazioni date nel libro non mi soddisfano, e vogliono salvare Cedric.

I punti salienti di Harry Potter e la maledizione dell’erede

Nonostante questo la storia che ci porta in due punti salienti del passato, il Torneo Tre maghi e il giorno della morte dei genitori di Harry, sono commoventi e piacevoli da rivivere. La voglia di Harry di cercare un rapporto con il figlio è palpabile, i dialoghi non sono molto avvincenti ma penso che messi in scena con tutti i costumi e il fondo fantastico teatrale sarà davvero…WOW.harry-potter-e-la-maledizione-dellerede-cover-play

Poteva essere scritto meglio?

Sì, poteva essere una sceneggiatura matura e la Rowling a questo punto faceva prima a scrivere la sua versione. Però il piacere di sentire ancora “vivi” personaggi che hai amato e che senti vicini come se fossero reali non ha prezzo. Potrei scrivere particolari su particolari ma finirei per fare SPOILER quindi chi vuole condividere questi scambi d’opinione può scrivermi sulla pagina Facebook di Parole Incartate

Annunci