Testa di forma ovale, baffetti militari, abbigliamento impeccabile, bassa statura ma portamento elegante e sessant’anni di età: questo l’identikit di Hercule Poirot, figlio della penna di Agatha Cristhie, protagonista di ben trentatré romanzi e cinquantadue racconti. Compare sulla scena letteraria nel 1920, in Poirot a Styles Court. E’ un detective sagace, preferisce il ragionamento alla violenza (le armi sminuiscono la grandezza umana!) e risolve ogni enigma usando i suoi ingredienti preferiti: ordine, metodo e “celluline grigie”.

Ma…sapevate che, tema quantomai attuale, era anch’egli un rifugiato? Belga di origini, nonostante tutti lo prendano per francese suscitando la sua irritazione, fugge in Inghilterra in seguito allo scoppio della prima guerra mondiale e l’invasione tedesca. E non parlo solo del personaggio letterario! Uno studioso inglese, Micheal Clapp, ha individuato in qualcuno di realmente esistito ed incontrato dall’autrice il modello per il l’investigatore romanzesco.

<<Io non offro caffè ai francesi e poi lei ha tentato di incastrarmi.
Se non avessi avuto un alibi di ferro, come dite voi poliziotti,
mi avrebbero tagliato la testa, per colpa sua>>

<<Sono belga, caro signore, un investigatore privato belga,
e per quanto riguarda la sua seconda affermazione
neppure Hercule Poirot è infallibile>>

Nei diari della nonna, Alice Graham Clapp, Micheal ha individuato il nome di un gendarme belga in pensione, Jacques Hornais, rifugiato in Inghilterra insieme al figlio nelle medesime circostanze di Poirot. Alice Clapp, infatti, accoglieva nella sua casa a Toquay nel Devon (luogo natale anche di Agatha) i rifugiati in arrivo dal Belgio e tra le sue annotazioni il nipote ha rilevato anche un incontro tra la Cristhie e Hornais nel gennaio 1915.

Per approfondire sul contesto storico e questo singolare evento in particolare: http://www.illibraio.it/hercule-poirot-agatha-christie-rifugiato-250530/

E che mi sapete dire invece, di Sherlock Holmes? Appuntamento a “I signori del giallo, parte II!”https://paroleincartateblog.com/2016/04/02/la-curtigghiara-i-signori-del-giallo-parte-ii/

Annunci